Finanziamenti – Agevolazioni

Siamo operativi in tutta Italia

Bce, il report che bacchetta le banche: nessun istituto è pronto ad affrontare il rischio clima

Le banche dell’Eurozona non stanno facendo abbastanza per rispondere al cambiamento climatico, ma non si può aspettare oltre: il momento di agire è questo. A dirlo è la Banca centrale europea, che ha pubblicato la prima valutazione sul modo in cui gli istituti di credito stanno gestendo i rischi «C&E», Climate and Environmental, confrontandoli con le linee guida pubblicate nel 2020.

Prestiti personali – delibera immediata

Mutui anche per liquidità

Siamo operativi in tutta Italia

Lunedì la Bce ha pubblicato un report di valutazione relativo a 112 istituti di credito con attività complessive pari a 24 trilioni di euro. Come scrive Frank Elderson, vicepresidente del consiglio di vigilanza della Bce, l ’analisi ha rilevato che le banche «hanno fatto passi avanti per introdurre nelle loro valutazioni i rischi legati al clima, ma nessuno di questi è vicino a soddisfare tutte le aspettative di vigilanza».
Dall’indagine condotta dalla Bce risulta che solo la metà degli istituti valutati si aspetta che i cambiamenti climatici abbiano un impatto concreto sul loro profilo di rischio nei prossimi tre-cinque anni. Ma preoccupa il fatto che le stesse banche che hanno dichiarato di non considerare il clima un fattore di rischio, in realtà mostrino carenze nella loro capacità di valutazione. «Le banche hanno urgente bisogno di fissare obiettivi e scadenze ambiziosi e concreti – continua Elderson – comprese tappe intermedie misurabili per mitigare la loro esposizione ai rischi attuali e futuri climatici e ambientali».

Progressi troppo lenti

Se da un lato, l’analisi della Bce ha rilevato che la metà delle banche europee non ha ancora attuato azioni concrete per integrare i rischi ambientali nelle proprie strategie aziendali, dall’altro ha notato che quasi tutti gli istituti hanno sviluppato piani per migliorare le loro pratiche. Tuttavia, come fa notare Elderson: «la qualità di questi piani varia notevolmente, e i progressi sono troppo lenti».

Buone pratiche

Nel rapporto, la Bce ha inserito delle buone pratiche da seguire per integrare i fattori C&E nelle strategie di business delle banche, nella governance, nella gestione dei rischi di credito e nella divulgazione delle informazioni relative al clima. I due terzi delle banche che hanno compiuto progressi significativi nell’integrazione dei rischi legati al clima hanno raggiunto questi obiettivi attraverso misure come il rafforzamento delle procedure di due diligence o nuovi criteri per limitare il finanziamento di attività che sono altamente esposte ai rischi legati al clima. Allo stesso modo, le banche stanno considerando di inserire etichette energetiche quando valutano le garanzie immobiliari, anche se la maggior parte non include ancora i risultati nelle loro pratiche di prestito e monitoraggio.

Salva casa: acquistiamo il tuo immobile
Estinguiamo i debiti

Riacquisti il tuo immobile
in 30 anni senza interessi
Si convenzionano agenzie immobiliari

Trattare i rischi legati al clima come tutti gli altri

Complessivamente, il 90 per cento degli istituti ha dichiarato che le proprie prassi non sono conformi alle linee guida della Bce in materia di “climate and environment” e il tempo a disposizione per adeguarsi non è molto: il primo banco di prova sarà nel 2022, con l’avvio degli stress test sul rischio climatico. «Se una cosa è chiara dalle aspettative di vigilanza che abbiamo emesso – continua Elderson – è che ci aspettiamo che le banche gestiscano i rischi di C&E come qualsiasi altro rischio materiale che affrontano».

Source

“https://www.corriere.it/economia/21_novembre_24/bce-report-che-bacchetta-banche-nessun-istituto-pronto-ad-affrontare-rischio-clima-6fd57bee-4ba8-11ec-a7de-29504a6b0429.shtml”
Pubblichiamo solo i migliori articoli della rete. Clicca qui per visitare il sito di provenienza. SITE: the best of the best ⭐⭐⭐⭐⭐

La rete Adessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento, come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo. Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

Vendi la tua casa in maniera semplice e veloce!
Inserisci i dati del tuo immobile e comincia ora a
pubblicizzare la vendita o l’affitto del tuo appartamento

Noi finanziamo il tuo acquirente

Siamo operativi in tutta Italia

La rete Adessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento,

come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo.

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: